lunedì 13 luglio 2015

Bonbon..ton al cinema


Si arriva al cinema sempre in orario, anzi preferibilmente con anticipo in modo da prendere posto prima dell’inizio della proiezione del film evitando di disturbare chi ha già preso posto e si sta godendo i primi minuti dello spettacolo.
I bambini dovrebbero essere ammessi solo ai film per bambini, quando cioè, la sala è piena di piccoli spettatori e non si corre il rischio di imbattersi, come mi è capitato, in genitori che passano tutto il tempo a chiedere ai propri figli di fare silenzio, mentre i piccolini (a ragione!) si lamentano del film troppo noioso. In questi luoghi, inoltre, dovrebbe essere tassativamente vietato mangiare soprattutto caramelle o alimenti incartati o imbustati e l’uso del cellulare. Sorvoliamo sul rumore del sacchetto di patatine e sulla masticazione di caramelle e chewingum (a proposito, si buttano, dopo averli avvolti in un pezzetto di carta, nei cestini per la spazzatura!)
Perché non spendere due parole sull’uso del cellulare nelle sale cinematografiche?
Presto detto.. caro collega spettatore, se non ti piace andare al cinema ma purtroppo stavolta ti è capitato di dover “sottostare” a questa dura (per te!) legge del gruppo dei tuoi amici, non pretendere che chi ti è seduto accanto sopporti serenamente e pacificamente per tutta la durata della proiezione il ticchettio delle tue dita che battono sui tasti del cellulare poiché tu hai deciso di intrattenere una conversazione con chi diversamente da te magari si trova a casa.. non sarebbe meglio uscire dal cinema e andarlo a trovare!?
Se non hai eliminato la suoneria e già per questo non potrai lamentarti se le persone ti guarderanno in cagnesco, potresti almeno evitare di rispondere?
Ma che!
 “Magnifici”, infatti, i discorsi del tipo che seduto accanto a noi racconta il film a chi è dall’altra parte del cellulare e poi non contento ci descrive minuziosamente cosa farà una volta uscito ( lui pensa vivo!) dal cinema.
Un velo pietoso, poi, va steso su chi, giocando col cellulare, ha deciso di migliorare il proprio punteggio di gioco, vantandosene con chi gli sta a fianco.
Per chi non lo sapesse, anche se non sempre per dire la verità, al cinema c’è un lasso di tempo in cui viene interrotta la proiezione, ecco questi minuti si racchiudono nella parola “intervallo”, è proprio nell’intervallo che ci si può alzare non disturbando nessuno, si è quindi caldamente invitati ad aspettarlo per alzarsi evitando così di infastidire continuamente gli altri spettatori!! Ricordo, poi, che non si fanno commenti sul film ad alta voce, se si va a vedere un film “di paura”, sarebbe il caso di non “urlare” ad ogni minimo rumore o scena; non si flirta o almeno non in modo osceno o rumoroso ma soprattutto, se si è visto il film in un’altra occasione, non se ne racconti la fine.. in poche parole è bene non approfittarsi della buona educazione di chi vi siete accanto trasformando il suo pomeriggio al cinema, da commedia, in un film dell’orrore!

Nessun commento:

Posta un commento