martedì 28 luglio 2015

Bonbon..ton in ascensore


Che sia in un grande grattacielo di una megalopoli o di un ufficio o in una palazzina di un elegante quartiere o in un normalissimo condominio di un paese l’ascensore è quel piccolo “luogo di incontro” in cui almeno una volta nella vita siamo saliti.
Siete stati bravi e fortunati (almeno in quella prima volta o anche l’ultima volta!) o meglio avete rispettato o le persone che erano con voi hanno rispettato le regole che la buona educazione impone a chi prende l’ascensore??:-P
Ebbene si, anche l’ascensore, ha il suo bon ton!
Quando arriverà al piano, si aspetta che tutte le persone che devono uscire, siano uscite dall’ascensore, prima di salirvi, a proposito, gli ultimi che usciranno saranno quelli più lontani dalla porta, in poche parole, ci si prepara all’uscita evitando di spintonare le altre persone, scusandosi sempre.
Si lascia sempre il passo alla donna, soprattutto se è incinta, anziani e diversamente abili hanno, però, la precedenza su tutti.
L’uomo si mette di lato per cedere il passo alla donna sia quando si entra che quando si esce.
I bambini non devono mai usare l’ascensore da soli.
Salendo in ascensore si saluta sempre, così come quando si è arrivati al piano.
La persona che è già nell’ascensore e che è vicina alla pulsantiera, chiederà gentilmente, a che piano si desidera andare.
Non ci si trucca, non si fuma, non si sale in ascensore con gli animali, né con la pattumiera sgocciolante o con cibi dall’odore forte, né, tantomeno, in presenza di altre persone, carichi di pacchi e pacchetti.
Si eviti di intavolare discorsi e “spettegolamenti”vari.
No alle effusioni.
Se l’ascensore fosse pieno, inutile pigiarsi come sardine, si aspetta il prossimo.
Regola di estrema gentilezza di un uomo nei confronti di una donna è quella di salire o scendere a piedi in modo da non infastidire con la sua presenza estranea la signora sconosciuta che attende l’arrivo dell’ascensore.

Forse qualcuno di voi, dopo aver letto questo post, anche se in presenza di ascensore, deciderà di usare le scale, oppure, prenderà l’ascensore “di proposito”, per vedere se vi troverà altri lettori di bonbon..ton mania!!!!:-P


(Bibliografia: Professione Donna, 1975, Fabbri Editori, Milano)

Nessun commento:

Posta un commento