sabato 18 luglio 2015

Bonbonton..Fiorito!


Per la rubrica del sabato, parliamo oggi delle Rose.
Splendido e nobile fiore, dai mille colori e dai profumi delicati, non a torto viene considerata la Regina dei Fiori. Tanti sono i modi per poter abbellire i nostri giardini con questi deliziosi arbusti: siepi, decorazioni di viali, rose rampicati per coprire tralicci e ringhiere, ma possiamo avere anche dei bei rosai sul balcone o sul terrazzo con pochi ma assidui accorgimenti. Le Rose verranno piantate, con esposizione in pieno sole, in autunno o a fine inverno, ricordando però di potarle in maniera abbastanza radicale alla fine della stagione fredda, il terreno che prediligono è l’argilloso, le annaffiature dovranno essere abbondanti nella bella stagione, in media per il resto dell’anno, per le Rose piantate in piena terra, si parla di annaffiature ogni 3-4 giorni, mentre per le Rose in vaso, le annaffiature verranno fatte ogni 3 giorni, avendo l’accortezza di non eccedere con l’acqua. Al fine di ottenere una fioritura folta e prolungata pian piano che i fiori appassiscono abbiate cura di potarli asportando anche una parte del loro stelo.
Alcune curiosità su questo splendido fiore: a Roma, la Rosa fu portata dalla Grecia, prima della nascita di Gesù, nella Città Eterna, inoltre, era usanza ricoprire di petali profumati le vie durante i Giochi Pubblici, i rosai si usavano come ornamenti per le tombe, anzi spesso, il defunto lasciava in eredità il rosaio affinché le sue Rose venissero usate dopo la sua morte per abbellire il proprio sepolcro.


La simbologia delle Rose varia in base al colore:
Rosa rossa: amore passionale;
Rosa bianca: amore innocente e spesso silenzioso;
Rosa rosa: amore semplice;
Rosa gialla: tradimento;
Rosa variopinta: beltà.





(Bibliografia: “Professione Donna” Fratelli, Fabbri Editori Milano 1975; “Giardino in Casa di Frate Indovino”, EFI Perugia, 1991).

Nessun commento:

Posta un commento