martedì 7 luglio 2015

Tutti in spiaggia!


Ho ritrovato tra i miei vecchi appunti, un mensile di Frate Indovino, con dei consigli sul galateo da spiaggia, ve lo ripropongo molto volentieri, naturalmente un po’ rivisitato con un tocco di bonbon..ton!

- Non portate con voi oggetti preziosi ( anelli, bracciali e collane lasciamoli per altre occasioni!), se potete, lasciate nella cabina i vostri oggetti personali ed indumenti evitando così di ammonticchiarli sulla spiaggia e di appenderli agli ombrelloni, trasformando il vostro spazio in una bancarella del mercatino; altro piccolo consiglio: quante volte avete sentito o avete detto:” Non allontaniamoci troppo dall’ombrellone; faccio il bagno per primo, così poi controllo tutto!” o peggio ancora, rivolgendosi al vicino d’ombrellone: “Scusi, con questo caldo vorrei fare il bagno, può cortesemente fare attenzione alle mie cose?” (Non ridete, vi assicuro che a me è capitato!!).. cari vicini “da spiaggia”...se siamo accanto a voi sul litorale un motivo ci sarà, magari è lo stesso: siamo in vacanza ma soprattutto non siamo responsabili dei vostri oggetti!

- Non utilizzate creme e protezioni con odori troppo forti.

- Ricordate che anche la spiaggia ha degli spazi “precisi”, rispettate quindi il divieto di sostare nei cinque metri nei pressi della battigia, spazio questo riservato esclusivamente al transito e alla sicurezza della spiaggia;

- Collaborate con i bagnini soprattutto seguendo il loro consigli, la bandiera gialla, ad esempio, issata sull’apposita asta significa “pericolo vento forte”, ed indica di chiudere subito l’ombrellone, la bandiera rossa segnala “pericolo” che il mare è “grosso” e che, quindi, non si entra in mare per nessun motivo, durante gli altri casi fate sempre attenzione a non oltrepassare le boe che segnalano il limite di balneazione.

- I mozziconi di sigaretta non vanno, come spesso avviene, “sotterrati”, ma vanno gettati nei posacenere. I rifiuti vanno ovviamente gettati negli appositi contenitori.

- Radio e riproduttori musicali si usano solo con auricolari o al massimo a bassissimo volume, la suoneria del cellulare va abbassata o eliminata, la conversazione verrà mantenuta con un tono basso di voce: ai vicini di ombrellone, che riposano, potrebbe non importare nulla dei vostri gossip!

- Se siete in uno stabilimento rispettatene gli orari di apertura e di chiusura; non esponetevi al sole e a chi vi circonda in maniera offensiva, cercate di rispettare le comuni regole del senso del pudore ( si lo so, lo so.. sembra un vecchio consiglio da nonna.. ma “rinfrescarlo” non passa mai di moda!)

- La spiaggia non è un negozio da svaligiare come quando ci sono i saldi, quindi no alla corsa ai souvenir come conchiglie, sassi...il mare, la spiaggia, sono patrimonio di tutti e come tali vanno rispettati.

- Dopo una lunga esposizione al sole e non solo, è bello potersi fare il bagno: entrate in acqua in maniera graduale evitando corse e quindi docce a chi vi è vicino.

- I giochi con il pallone o con i racchettoni verranno praticati esclusivamente negli spazi adibiti a questo fine.

- Non scavate fossati o buche sulla battigia o in qualsiasi altro punto della spiaggia per evitare che qualcuno si possa fare male.

- Ultima raccomandazione, capita sempre più spesso di andare in spiaggia e vedere che il comportamento è lo stesso che si tiene a casa o in altri luoghi.. tutti con la testa rivolta ai “potenti mezzi della tecnologia”, non si socializza più, spesso non si sa neppure il nome dei vicini di ombrellone, ai quali però come detto prima, si chiede di “buttare un occhio” ai nostri oggetti, cerchiamo, quindi, di creare un bel clima di empatia, rimanendo sempre nei limiti della buona educazione, ma stabilendo dei buoni rapporti che potrebbero, senza dubbio, trasformarsi in una bella amicizia.

Nessun commento:

Posta un commento