martedì 21 luglio 2015

Una scatola di "cioccolatini"...(prima parte)


Spesso capita che, quando qualche nuova mia conoscenza, mi chieda di cosa mi occupo e viene fuori anche il discorso sul bon ton, alcuni non esitino a dirmi che queste norme sono pesanti e noiose (non nascondo che qualche volta l’ho pensato anche io!!), ma bonbon..ton mania è appunto un blog che abbina le norme da “rispolverare” con dei dolcetti da gustare, rendendo, o almeno lo spero, il tutto più “simpatico” possibile!

Troverete di seguito la prima parte di piccoli consigli, paragonabili alla famosa scatola di cioccolatini di cui ho già parlato (oggi niente post “pesanti”, anzi per la ricetta troverete una fresca pausa!!) che possono essere sempre utili in qualsiasi occasione, da gustare rigorosamente con calma, ricordando che educazione, rispetto e, perché no, golosità non passano mai di moda!

- Mai fare aspettare gli ospiti, se un invitato ritarda, si aspetta per quarantacinque minuti, il tempo dell’aperitivo, poi si va a tavola;

- Quando si è invitati si potrà portare in dono qualcosa ai padroni di casa, una bottiglia di vino o un dolce, anche se il classico Galateo sconsiglia questa usanza;

- Il padrone di casa assegna i posti in tavola e si siede per ultimo;

- Per più di otto coperti, si usano i segnaposto;

- Si avrà cura, per i posti a sedere, di alternare un uomo e una donna;

- Nei tavoli rettangolari, i padroni di casa saranno i due capotavola, oppure potranno prendere posto l’uno di fronte all’altra sui due lati lunghi e faranno accomodare alla loro destra gli ospiti più importanti;

- Se tra gli invitati ci fosse un ospite che non è mai stato in quella casa, verrà fatto sedere alla destra della padrona di casa;

- Si sta a tavola seduto composti in modo eretto, con i gomiti aderenti al busto e mai appoggiati sulla tavola;

- Non si fanno rumori quando si mangia né quando si beve, stessa regola vale per le posate che non dovranno essere in nessun modo usate come delle bacchette da batteria!

- Non si fuma! O comunque non a tavola, per educazione, prima di tutto ma, anche (e ve lo dico da Sommelier!) perchè il fumo diminuisce, se non azzera, la sensibilità delle papille gustative.

Bene, i primi cioccolatini li abbiamo gustati! Appuntamento a domani per la seconda parte della nostra "stramba" degustazione!:-)

Nessun commento:

Posta un commento