sabato 12 settembre 2015

Bonbon..ton fiorito!


Per la rubrica del Sabato, oggi parliamo di una pianta erbacea che fiorisce, a seconda di quando, viene piantata, tutto l’anno, i suoi fiori, che somigliano a delle grandi margherite, sono spesso gialli, ma se ne trovano anche di un vivace arancione, stiamo parlando della Calendula. I fiori di questa “simpatica e utile” pianta venivano usati, fino a non troppi anni fa, come veri e propri “meteorologi”, bastava, infatti, guardarli al mattino, intorno alle 7, se i fiori non erano ancora aperti, avrebbe piovuto in giornata, se invece i fiori aprivano le loro corolle dalle 6 fino alle 7, si poteva sperare in una bella giornata. La Calendula è molto facile da coltivare, lo si può fare in giardino, direttamente “a terra”, o nei grandi vasi, in terrazza, l’importante è che sia in pieno sole e con abbondanti e frequenti innaffiature, resiste alle gelate ma non sopporta il vento, quindi è raccomandabile collocarla in un luogo riparato. Si moltiplica per semina, se seminata in questo periodo si vedrà fiorire da Febbraio a Maggio del nuovo anno. Se ne utilizzano foglie e fiori freschi, appassita, infatti, perderebbe le sue proprietà, spesso visto il suo meraviglioso colore giallo, viene impiegata anche come sostituto dello zafferano nella pasta, nei risotti e nei formaggi, se ne possono mangiare i petali anche mischiati in una normale insalata: hanno un sapore piccante, abbassano la pressione arteriosa e sono molto utili in caso di anemia



Simbologia:

Rappresentano, in ogni variazione di colore, la sofferenza ed il dolore del cuore.





Tisana di Calendula

Questa tisana non è da bere, ma serve per “pulire” in maniera delicata ma in profondità la pelle del viso.


Ingredienti:
50 grammi di fiori di calendula;
1 litro di acqua.



Procedimento

Portate a bollore l’acqua, toglietela dal fuoco e versatevi i fiori di Calendula, lasciate raffreddare lentamente. Il vostro “tonico” è pronto per essere usato per struccarvi e per purificare la vostra pelle del viso.



(Bibliografia: “Giardino in Casa di Frate Indovino”, EFI Perugia, 1991; “Il Nuovo Segreto della Salute, Erbe e Cure di Frate Indovino”, Edizioni Frate Indovino Perugia, 1981).

Nessun commento:

Posta un commento