sabato 3 ottobre 2015

Bonbon..ton fiorito!


Viene spesso chiamato “Rugiada del mare” per i suoi delicati fiori azzurri che raggiungono la loro massima fioritura tra Marzo e Ottobre, stiamo parlando del Rosmarino.
Vediamo qualche consiglio utile per coltivarlo in casa:
Si pianta per talea, prendendo un rametto legnoso, privandolo delle foglie nella parte bassa e mettendolo in un vaso, prima di trapiantarlo in Primavera. Ama il caldo e quindi è preferibile scegliere di collocarlo in pieno sole, d’Inverno è consigliabile proteggerlo dalle gelate coprendolo con un telo. Le innaffiature dovranno essere costanti, facendo però attenzione ai ristagni di acqua; nella stagione invernale, basterà, invece, l’acqua piovana. Per le molteplici proprietà nel campo medicinale, del Rosmarino si usano le foglie che dovranno essere raccolte d’estate e messe ad asciugare all’ombra, lontano dall’umidità.

Simbologia: è una pianta con molteplici significati tra cui: amore, ricordo, immortalità e buona salute.



(Bibliografia: Letizia Chilelli “Il Magico Libro delle Erbe. Consigli, Rimedi e Cure dal Diario di Nonna Annina” Ibiskos Editrice Risolo, 2009; “Il Nuovo Segreto della Salute, Erbe e Cure di Frate Indovino”, Edizioni Frate Indovino Perugia, 1981).



Un momento.. tutto coccole e profumo!


Per un bagno distensivo, coccoloso ma che dia del "tono" alla vostra pelle e profumato, mettete alcune manciate di foglie di Rosmarino fresco all'interno della vostra vasca da bagno (io lo faccio mettendo gli aghi all'interno di alcune garze cucite tipo filtro del tè, in modo da evitare di intasare lo scarico della vasca!) fate scorrere dell'acqua molto calda ed immergetevi...prendetevi questo momento tutto per voi, magari spegnendo la luce ed accendendo delle candele...

Nessun commento:

Posta un commento