lunedì 26 ottobre 2015

Conosciamo i bicchieri da liquore

Una buona padrona di casa sa che ad ogni bevanda corrisponde, proprio per apprezzarla al meglio, il proprio bicchiere, eccovi, quindi, le principali tipologie usate nel servizio di liquori e cocktail che spesso possiamo trovare all'interno dei servizi di bicchieri ricevuti in regalo o comprati proprio per poter esaltare al meglio le caratteristiche di ciò che serviremo e degusteremo:

- Bicchiere tradizionale da cocktail secco che ha la forma di una piccola coppa conica svasata con gambo corto. Va tenuto sino all’ultimo nel freezer e lo si riempie con miscele concentrate molto alcoliche, ma in quantità modeste; i più lo conoscono come "Coppa Martini";

- Il Tumbler o bicchiere da Whisky, con forma a cilindro, molto capace si usa molto per i long drinks e le preparazioni on the rocks, ha tre grandezze: basso, medio e alto, che si usano a seconda del servizio; da ricordare che questo bicchiere è conosciuto anche come "Delmonico", grazie all'uso che ne veniva fatto proprio in questo omonimo locale di New York;

- Old fashioned, il bicchiere “tozzo”, largo e basso, con fondo pesante e spesso, si usa per le preparazioni a base di Whisky e ghiaccio;

- Il Ballon da Brandy o Cognac, con forma panciuta ma con imboccatura stretta, che serve per canalizzare verso il naso i sentori del liquore, si tiene il corto gambo tra il dito medio e l’anulare e si sorregge il bicchiere con il palmo per scaldare il contenuto per poterne apprezzare così i profumi e il sapore. Di solito viene scelta la misura media che corrisponde alla capacità di un bicchiere da vino normale;

- Flute, classico bicchiere da spumante;

- Coppa Champagne, per il servizio dello Champagne, anche se ultimamente viene adoperata per il servizio di drink preparati con caffè e panna;

- Il Tulipano, è il “vecchio” bicchiere da Marsala, leggermente panciuto e con la bocca che tende a restringersi terminando dritta, si usa per i vini ad alta gradazione alcolica o per liquori come amari, creme o il brandy in assenza del ballon;

- Il Gotto, bicchiere basso e tozzo, di cristallo e spesso inciso alla base, si usa per il vermut serviti freddissimi ma senza ghiaccio;

- I bicchieri da Vodka, con base cilindrica da cui parte una parte stretta e alta, che vengono tenuti nel freezer fino all’ultimo secondo prima del servizio o ancora meglio se vengono immersi in una coppa piena di ghiaccio tritato. Si usano solo per il servizio della vodka;

- Shot, il classico bicchierino per bere i liquori “in un solo sorso”!

- Il Calice grande che corrisponde al bicchiere da acqua del servizio da tavola, si usa per le composizioni che richiedono impiego di frutta fresca, che viene tagliata a fette o a spicchi.;

- la Copita, il classico bicchierino da Grappa, un "calicino" con stelo allungato per evitare il contatto del calore della mano con il liquido;


( Bibliografia: La mia cucina Epidem/Istituto Geografico de Agostini-Novara)


Nessun commento:

Posta un commento