giovedì 1 ottobre 2015

Flan antico... Romano!


Questo dolce saluto per il mese di Ottobre, ci arriva direttamente dal “De re coquinaria” (VII.XIII.7) di Apicio che ci descrive la preparazione di questa ricetta così: “Prendi quanto latte tu pensi ci voglia per la teglia che avrai scelto. Addolcisci il latte con il miele come si fa per i dolci di latte, ed aggiungi cinque uova per ogni emina di latte. Sciogli bene tutto in modo che sia amalgamato e mettilo in una cumana passandolo attraverso un colino. Poi fai cuocere a fuoco lento, quando avrà fatto presa, spargilo di pepe e servilo”.

La ricetta è quella della “Crema a bagnomaria” ed è tratta da “Le radici della cucina Italiana. La tavola dei Romani e 52 ricette per conoscerla”, Coop Editore, 1989.

Ecco come possiamo prepararla noi e magari gustarla stasera, per dare, come dicevamo, un originale  benvenuto al mese di Ottobre!


 Ingredienti per 6 persone:

1 litro di latte;
10 uova;
100 grammi di miele;
pepe q.b.



In cucina:

Teglia per ciambellone (stampo con il buco, per capirci!);
Colino.



Procedimento:

Prendete il latte, mettetelo in una terrina e cominciate a sciogliervi il miele (ne sono consigliati 100 grammi, ma potrete aggiungerlo quanto ne vorrete, a seconda del vostro gusto), aggiungete, sempre continuando a mescolare, le 10 uova, sbattendo il tutto come se faceste una frittata. Fatta questa operazione, passate tutto attraverso un colino e versate il composto nello stampo per il ciambellone. Fate cuocere a bagnomaria la vostra crema finché non si sarà addensata (la consistenza sarà quella simile al budino), toglietela dal fuoco lasciatela intiepidire e sformatela. Spolverizzatela di abbondante pepe e portatela in tavola.



 

Nessun commento:

Posta un commento