lunedì 19 ottobre 2015

L'Autunno in una tazza


I colori e i profumi “tipicamente caldi” in questi giorni ci hanno ormai annunciato l’arrivo dell’Autunno e del primo freddo pungente.
I giochi dei pomeriggi estivi hanno lasciato il posto ai compiti e allo studio e sempre più spesso, nelle ore pomeridiane appunto, ci si ritrova tra amici e compagni di scuola a dover preparare interrogazioni tra appunti e libri.
L’accogliente tepore della casa, il camino acceso e perché no, una bella tazza di cioccolata fumante è proprio quello che ci vuole per una dolce merenda che tira su il morale e rende tutto più piacevole, a grandi e piccini.. in poche parole..racchiudiamo l'Autunno in una tazza!!!!
Attraverso queste mie righe, quindi, auguro a tutti dei "dolci" e "pieni" pomeriggi di studio o di lavoro, ma anche serene ore, silenziose, magari in compagnia di un buon libro, l'importante è sorseggiare una calda e profumata cioccolata per rilassarsi un pò e chiudere fuori dalla porta la tristezza di una giornata che magari è passata non proprio come avremmo voluto..

Ma come si prepara una buona tazza di cioccolata?
Prima di tutto, credo sia il caso di spendere due parole sul cacao che venne portato in Europa, dal Messico da Hernando Cortes (in Messico veniva già consumato ai tempi dei Maya e degli Aztechi), era l’inizio del XVI secolo, in poco tempo si diffuse in tutta Europa! Cortes, infatti, aveva avuto modo di assaggiare una bevanda al cacao, restandone rapito, tornato in Spagna aveva portato con se questa materia prima e gli utensili per poterla poi preparare.

Ma non perdiamo tempo!
Eccovi ora la ricetta (valida per circa sei tazze di cioccolata):

Ingredienti:
100 gr. di cacao in polvere;
150 gr. di zucchero;
0,500 l. di latte;
0,500 l. di acqua;
Fecola di patate un cucchiaino (facoltativa)



Preparazione:

Mettete in una casseruola i 100 grammi di cacao in polvere, aggiungete 150 grammi di zucchero e sciogliete il tutto con il mezzo litro di latte e di acqua. E’ preferibile sciogliere il cacao in latte e acqua freddi. Mettete la casseruola sul fuoco e mescolate con un cucchiaio di legno, portate il tutto ad ebollizione e lasciate bollire per 10 minuti circa, fino a che il liquido non si sarà addensato. Per un cioccolato più denso, aggiungete un cucchiaino di fecola di patate.



Il servizio della cioccolata in tazza

Serviremo la nostra cioccolata calda direttamente in tazza, sul vassoio di portata disporremo anche lo zucchero preferibilmente in bustine (in commercio se ne trovano aromatizzate alla cannella, alla sambuca, alla nocciola..) e una piccola lattiera contenente latte tiepido per chi vorrà aggiungerne alla propria tazza rendendo il suo cioccolato un po’ più “al latte”. Accompagneremo la nostra cioccolata con della piccola pasticceria che serviremo su piccoli vassoi dai quali ci si potrà servire direttamente, senza l’ausilio delle posate. Disporremo i biscotti su vassoietti da portata, pasticcini e cioccolatini verranno adagiati, per non sporcarsi le dita, in pirottini di carta.



(Bibliografia:  “Il Talismano della Felicità” Ada Boni, il post è tratto dal mio articolo del numero di Novembre di Campo Dè Fiori del 2009).

 

Nessun commento:

Posta un commento