mercoledì 7 ottobre 2015

Un pò di storia! I Romani (Ultima parte)


Dopo aver visto cosa e quanto mangiavano gli antichi Romani, vediamo, in questo ultimo post su di loro, in che modo sedevano a tavola e che abitudini avevano mentre mangiavano.
Durante la cena i commensali stavano sdraiati su appositi letti, posti a ferro di cavallo attorno alla tavola. Si stava coricati su di un fianco, con braccio sinistro appoggiato al cuscino. La mano sinistra teneva il piatto, il cibo veniva afferrato con le dita della mano destra. Si usavano solo cucchiai e forchette, l’uso dei coltelli non era consentito a tavola, i cibi venivano prima di essere serviti, sminuzzati in piccole porzioni da uno schiavo.
I convitati portavano generalmente un tovagliolo personale che stendevano davanti a sé, in modo da non sporcare il letto.
Era in uso la pratica di portare a casa, avvolto proprio nel tovagliolo, il cibo che non si era mangiato sul luogo.

Prima di chiudere, una piccola nota di colore: i Romani solevano brindare con vino annacquato, preparato secondo porzioni stabilite dal più esperto dei convitati (si può parlare della figura antesignana del Sommelier!!!). Era diffuso l’uso nei brindisi e di bere tante coppe di vino quante erano le lettere che componevano il nome del festeggiato.

(Bibliografia: “Conoscere ieri, oggi, domani” Fabbri Editori, Milano, 1976.)

Nessun commento:

Posta un commento