lunedì 23 novembre 2015

Un sacco... di caffè!


Se avete degli amici che amano il caffè, il regalo perfetto, pensato proprio per loro, sarà un “sacco” tutto dedicato alla loro bevanda preferita.
Procuratevi una scatola di cartone, dello spago da cucina, della raffia ed un sacchetto fatto di juta. Nella scatola di cartone, mettete della raffia, acquistate del caffè in una torrefazione (il consiglio è quello di prenderlo in chicchi, ma accertatevi che i vostri amici abbiano il macinino per poi poterlo ridurre in polvere!), lasciandolo nel sacchetto di carta in cui ve lo venderanno e adagiatelo nella scatola. Inoltre, nella scatola, potete aggiungere una moka (non dovrà per forza essere utilizzata, servirà come piccolo regalo!) ed una confezione di zucchero aromatizzato, anche questo potete trovarlo nelle torrefazioni più rifornite, che se vorrete, potete già inserire in una zuccheriera, magari con decori natalizi.
Una volta riempita la scatola, adagiatela nel sacchetto di juta e chiudete il tutto con dello spago da cucina, ecco confezionato un regalo che lascerà sicuramente stupito chi lo riceverà! Se, vorrete, però dare ancora un tocco in più, aggiungete una bella bottiglia di liquore al caffè preparata da voi, in casa.

Eccovi la ricetta per circa mezzo litro di liquore:

Ingredienti:

125 grammi di caffè appena macinato;
0,5 litri di Acquavite finissima;
200 grammi di zucchero.



Preparazione:

Mettete la polvere di caffè, lo zucchero e l’Acquavite in un barattolo a chiusura ermetica. Chiudete il tutto e scuotete a lungo il recipiente.
Lasciate in infusione per 3 settimane, ricordandovi di scuotere il barattolo una volta al giorno.
Trascorso questo tempo, filtrate con una garza il liquore, strizzando bene il residuo.
Imbottigliatelo, poi, in bottiglie con tappo con chiusura ermetica e conservatelo in un luogo fresco e asciutto, al buio.
Il vostro liquore è pronto per essere degustato.

(Bibliografia: ricetta tratta da “L’Enciclopedia della cucina Italiana, Caffè, Liquori e Grappe, volume 16. La Biblioteca di Repubblica. Istituto Geografico De Agostini S.p.A., Novara 2006)

Nessun commento:

Posta un commento