giovedì 10 dicembre 2015

10 Dicembre, Lazio


Natale in questa regione, è assolutamente rappresentato dal Natale della Capitale e da tutti i Presepi che a partire da Piazza San Pietro, fino ad arrivare alle Chiese più piccoline, senza tralasciare le più famose Basiliche vengono allestite a Roma, accompagnati dal dolce e caratteristico suono delle zampogne. Famose, inoltre, sono le “bancarelle” di Piazza Navona, dove fin dagli ultimi giorni di Novembre è possibile acquistare tutto ciò che serve per l’allestimento del Presepe e dell’Albero di Natale, senza dimenticare la grande Festa della Befana, che si celebra il 6 Gennaio di ogni anno, proprio in questa monumentale quanto affascinante piazza. Altro elemento che non può mancare in un Presepio di questa regione è il muschio, detto anche “carpinella” che viene raccolto personalmente nel bosco da chi allestisce la Sacra Rappresentazione, che può avere al suo interno anche altri elementi della “terra”, come sassi scavati che servono ad esempio per la grotta, terracotta, usata per i personaggi, e la farina che viene “spolverizzata” per simulare la neve. Ogni Presepe, racconta una storia e dal più piccolo a quello monumentale allestito a Piazza San Pietro porta con sé tutta la magia del periodo e scalda il cuore di chi lo visita.
La ricetta che sto per darvi, appartiene alla tradizione culinaria Natalizia della mia cittadina: Civita Castellana, parliamo dello “Gnocco Lercio”.


Ingredienti :

Spaghetti;
Noci sgusciate e ridotte in granella q.b;
Cioccolato fondente in scaglie q.b;
Rum q.b;
Zucchero q.b;
Cannella q.b.


Si serve con: Rum speziato.



Procedimento:

Si lessano gli spaghetti in acqua salata, o anche dell’altra pasta a piacere, l’importante è che non sia all’uovo e si condisce poi, appena scolata, con una bella spolverata di noci tritate, cioccolato fondente, zucchero, cannella e Rum, si mescola il tutto e si ripone in uno stampo e si lascia raffreddare per un po’. Trascorso il tempo per il raffreddamento della pasta, si toglie dallo stampo ‘o gnocco lercio che verrà servito tagliato a fette.



(Bibliografia: Natale, lo Spirito e la Festa. A cura di Centro studi MAMRE by Mondolibri S.p.A., Milano, 2005. Mio articolo su Campo Dè Fiori, Novembre 2015)

Nessun commento:

Posta un commento