venerdì 11 dicembre 2015

11 Dicembre, Basilicata


Anche in questa regione, come nella gran parte del Sud Italia, la Festa del Natale raggiunge il suo culmine nella notte tra il 5 e il 6 Gennaio, con delle rappresentazioni suggestive, come quella dei "Cucibocche", che si tramanda sin dalla notte dei tempi. I Cucibocche sono delle figure mascherate, simili a delle Befane ma con la barba, che la sera dell’Epifania, bussano di casa in casa, chiedendo delle offerte in natura, recando in una mano una lanterna, mentre nell’altra un ago lunghissimo, che servirà a cucire la bocca (da qui il nome) ai bambini cattivi, non solo, costringerà i piccoli ad andare a letto presto in modo che la Befana possa passare senza essere vista. Altro “elemento” da ricordare, durante il periodo Natalizio, è quello dell’uso da parte di alcuni ragazzi che vanno di casa in casa per festeggiare il Natale, di uno “strumento”, il “cupe-cupe”, un barattolo di latta, senza coperchio, ma chiuso con una pelle con il buco in mezzo nel quale si versa dell’acqua ogni ora. Nel buco, inoltre, si infila una canna nodosa e la si tira su e giù, in modo da ottenere un rumore molto caratteristico e anche molto suggestivo; questa “musica” viene accompagnata da dei canti, spesso rivolti, ma soprattutto beneauguranti, al padrone della casa che si va a visitare.

Un tipico dolce natalizio è la Torta di Ricotta.


Ingredienti:

Pasta frolla o sfoglia già confezionata 2 basi.

Per il ripieno:

1 kg di ricotta di pecora;
300 grammi di zucchero;
150 grammi di scorza d’arancia candita;
150 grammi di cedro candito;
150 grammi di zucca candita;
150 grammi di cioccolato fondente.


Preparazione:

Tagliate a dadini il cedro, la zucca e la scorza di arancia, riducete in scaglie il cioccolato. In una terrina setacciate la ricotta, aggiungetevi lo zucchero, i canditi e il cioccolato. Imburrate ed infarinate una tortiera, adagiatevi sopra una base di pasta, bucherellandone il fondo con una forchetta, versate il composto di ricotta formando uno strato uniforme, spennellate i bordi della pasta con un uovo leggermente sbattuto. Prendete la seconda base di pasta e adagiatela sulla torta, chiudete i bordi, pizzichettandoli e bucherellatene la superficie. Preriscaldate il forno a 160 gradi e una volta raggiunta la temperatura infornate la torta per circa 2 ore, trascorso questo tempo, sfornatela su di un piatto da portata e servitela.

(Bibliografia: ricetta tratta da “L’Enciclopedia della cucina Italiana, Torte, volume 11. La Biblioteca di Repubblica. Istituto Geografico De Agostini S.p.A., Novara 2006; Natale, lo Spirito e la Festa. A cura di Centro studi MAMRE by Mondolibri S.p.A., Milano, 2005)

Nessun commento:

Posta un commento