lunedì 14 dicembre 2015

14 Dicembre, Toscana


In questa regione vige la tradizione “del Ciocco”, la sera della Vigilia, nel camino, recitando una filastrocca, viene messo un ciocco di Quercia. I bambini della casa, vengono bendati e, sempre recitando una filastrocca beneaugurante, con le molle che servono per posizionare la legna nel camino, battono sul ciocco, questo rito serve a propiziare l’arrivo dei doni. Altra tradizione che riguarda il Ceppo è quella di coprirlo, sempre lasciandolo nel camino, di legna che brucia più in fretta, in modo da tenere il Ceppo, “al caldo” e senza consumarlo in fretta, affinché si tenga acceso dalla sera della Vigilia fino alla notte dell’Epifania.
La ricetta Natalizia che potete trovare oggi, è quella del Panforte nella versione “casereccia”.

Ingredienti:

160 grammi di farina;
150 grammi di miele;
150 grammi di noci pelate;
150 grammi di mandorle pelate;
100 grammi di cedro candito tagliato a listarelle;
150 grammi di arancia candita tagliata a listarelle;
½ cucchiaio di semi di coriandolo;
Cannella in polvere;
Noce moscata;
15 ostie grandi;
200 grammi di zucchero a velo;
10 grammi di zucchero vanigliato.



Preparazione:

Tostate nel forno le noci e le mandorle, tagliatele grossolanamente e mettetele in una terrina insieme al cedro e all’arancia, aggiungete il coriandolo, un pizzico di cannella e di noce moscata, per ultimo aggiungete la farina, lasciandone, però, da parte 3 cucchiai. Mettete da parte anche un cucchiaio di zucchero a velo, il rimanente mettetelo in un tegame insieme al miele e ad un cucchiaio di acqua, mescolate e lasciate cuocere (sarà pronto quando cominceranno a formarsi delle piccole bollicine). Toglietelo dal fuco e unitevi la frutta, infarinatevi le mani e mescolando tutto, date al composto la classica forma rotonda e piatta, con uno spessore di 2 cm. In una tortiera, posizionate le ostie, ed adagiatevi il Panforte, avendo cura di livellarlo con un coltello inumidito. Cospargetelo con lo zucchero a velo e la farina che avete tenuto da parte, infornatelo nel forno già caldo a 150 gradi per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, sformate il dolce, rifilate con le forbici le ostie e cospargete la superficie con lo zucchero vanigliato. Lasciate raffreddare e servite.

(Bibliografia: ricetta tratta da “L’Enciclopedia della cucina Italiana, Torte, volume 11. La Biblioteca di Repubblica. Istituto Geografico De Agostini S.p.A., Novara 2006; Natale, lo Spirito e la Festa. A cura di Centro studi MAMRE by Mondolibri S.p.A., Milano, 2005)

Nessun commento:

Posta un commento