giovedì 17 dicembre 2015

17 Dicembre, Valle d'Aosta


Il Natale, in Valle d’Aosta, è una vera e propria festa della famiglia; la nascita del Bambino Gesù è talmente sentita che ogni casa viene preparata con attenzione per essere calda ed accogliente all’arrivo, appunto, del Santo Bambino. Al Sacro, però, fino a qualche anno fa si opponeva prepotentemente il profano, infatti c’era una tradizione Valdostana che narrava che alla Mezzanotte del 25 Dicembre, tutti i tesori sepolti nelle valli, diventassero visibili, poiché nella Santa Notte, ma solo per il tempo della Messa, i diavoli che li custodivano, perdevano il loro potere..
La ricetta che natalizia che rappresenta questa regione è il Monte Bianco, eccovi la mia versione:


Ingredienti:

1 kg di castagne;
3 cucchiai di cacao amaro:
3 cucchiai di zucchero;
Liquore;
250 grammi di panna fresca da montare già zuccherata.



Procedimento:

Sbucciate le castagne e fatele bollire, appena saranno lesse, fatele raffreddare e togliete la pellicina. Prendete uno schiacciapatate o un passaverdura e passatele in una terrina dove aggiungerete il cacao amaro, lo zucchero e se vi aggrada, anche un po’ di liquore, mescolate il tutto e passate di nuovo il composto nel passaverdura; questa volta, però non mettetelo in una terrina ma in un piatto da portata, formando man mano che schiacciate una “montagna”. Fatta questa operazione, montate la panna fermissima, mettetela in una sac à poche e ricoprite il composto di castagne con tanti ciuffetti, il vostro Monte Bianco è pronto!



Natalconsiglio: Prima di servire il dolce potete tenerlo in frigo, ma senza la panna che aggiungerete al momento di portarlo in tavola, inoltre, potete arricchire la farcitura con scaglie di cioccolato, granella di nocciole o castagne intere.



(Bibliografia: Natale, lo Spirito e la Festa. A cura di Centro studi MAMRE by Mondolibri S.p.A., Milano, 2005)

Nessun commento:

Posta un commento