martedì 8 dicembre 2015

8 Dicembre, l'Albero di Natale e Presepe


Avete già fatto il vostro Albero di Natale? Io ancora no.. aspetto il pomeriggio, quando la luce del giorno lascerà il posto ai colori del tramonto e lo scintillio delle luci del mio Albero, che farà da dolce sentinella al mio Presepe, verrà a scaldarmi il cuore…
Prima di salutarci, però, mi tuffo nel passato con voi, quando, piccolina, durante la preparazione dell’Albero di Natale, recitavo questa Poesia di Gianni Rodari, anzi, per dir la verità, la recito ancora oggi!!!:-)

Un abete speciale

Quest’anno mi voglio fare
un albero di Natale
di tipo speciale,
ma bello veramente.
Non lo farò in tinello,
lo farò nella mente,
con centomila rami
e un miliardo di lampadine,
e tutti i doni
che non stanno nelle vetrine.
Un raggio di sole
per il passero che trema,
un ciuffo di viole
per il prato gelato,
un aumento di pensione
per il vecchio pensionato.
E poi giochi,
giocattoli, balocchi
quanti ne puoi contare
a spalancare gli occhi:
un milione, cento milioni
di bellissimi doni
per quei bambini
che non ebbero mai
un regalo di Natale,
e per loro ogni giorno
all’altro è uguale,
e non è mai festa.
Perché se un bimbo
resta senza niente,
anche uno solo, piccolo,
che piangere non si sente,
Natale è tutto sbagliato.

Nessun commento:

Posta un commento