lunedì 7 marzo 2016

Come "servire" l'uovo di Pasqua


L’uovo di Pasqua è tradizione e “devozione” e non può mancare sulle nostre tavole, va mangiato, anche solo un piccolo pezzettino, per assaporare un piccolo memento di dolcezza in più!
Eccovi alcune idee, che condivido con voi con molto piacere, sperimentate dalla sottoscritta, per “portarlo in tavola”, dalle occasioni "più formali" fino ad una divertente merenda per i più piccoli:

- Rompete l’uovo in pezzi più o meno uguali, adagiateli su di un vassoio da portata che avrete decorato con un ramo di Fiori di Pesco e portate in tavola; in questo caso, ogni commensale potrà prendere il proprio pezzettino;

- Riducete l’uovo in pezzi non troppo grandi, cercando di dare delle forme più o meno regolari, in modo da farli stare in dei pirottini (ce ne sono di varie misure), che adagerete su di un vassoio e porterete in tavola; questa idea la trovo perfetta per offrire il cioccolato dell’uovo con il caffè, magari per un dopocena o durante il pomeriggio;

- Servite il cioccolato dell’uovo nello stesso piattino da dolce, dove avrete adagiato la fetta di Colomba, che servirete come dolce fine pasto;

- Formate una vera e propria “granella” di cioccolato (qui deve per forza essere fondente!) che spolverizzerete direttamente sulla Colomba farcita o a cui avrete aggiunto una vostra farcitura, come ad esempio una crema;

- Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e versatelo caldo sulla fetta di Colomba, in questo caso potete anche "correggere" il cioccolato con del liquore;

- Classica merenda per i bimbi: piccoli panini al latte, fatti in casa, da farcire con un bel pezzo di uovo di cioccolato all’interno ed un bel bicchiere di latte.

Insomma, come avete visto, i modi di “servire” l’uovo sono tanti, e chissà quanti ne avrete anche voi..sbizzarritevi e "giocate" concedendovi del tempo per tanta dolcezza!

Nessun commento:

Posta un commento