mercoledì 8 giugno 2016

Il Battesimo


Dopo aver parlato, qualche tempo fa dell’annuncio della nascita (lo trovate qui), occupiamoci oggi di uno dei momenti più intensi ed emozionanti nella vita di un genitore: il Battesimo del proprio “cucciolo”!
Qualche anno fa, a questo evento, veniva dato molto più risalto, spesso si facevano pranzi come se si trattasse di un matrimonio, i regali erano molto più sfarzosi, e non si lesinavano anche ricevimenti organizzati per presentare il nuovo componente della famiglia a parenti, amici, ma anche a colleghi di ufficio, inquilini del condominio.. insomma la “fase” del Battesimo era molto più ridondante di oggi!

Vediamo, ora, più da vicino le linee di massima per organizzare un Battesimo Bonbontonmania:

- Gli inviti al Battesimo verranno spediti un mese prima della cerimonia;

- Gli invitati in Chiesa saranno “intimi”: nonni del piccolo, madrina e padrino, zii e amici molto stretti della coppia, in caso di gemelli il padrino e la madrina potranno essere gli stessi;

- Il pranzo è ormai cosa superata: meglio un piccolo rinfresco con buffet dolce e salato, organizzato in casa o in un locale adatto per questo evento, il pomeriggio, intorno alle 17;

- La torta sarà bianca con guarnizioni color pastello in rosa o in azzurro, ammessi anche il verde o il giallo;

- Non devono mai mancare i confetti, da servirsi in piccole ciotole, saranno bianchi ma anche colorati di rosa o azzurro secondo il sesso del festeggiato;

- Lo spumante verrà offerto alla fine del ricevimento (o se avrete scelto del pranzo), insieme alla torta; la tradizione vuole che in questo momento sarà presente il festeggiato, al quale, per augurare fortuna, verrà bagnato, con una goccia di vino frizzante il mento;

- Anche le bomboniere verranno “sostituite” dai sacchettini ricordo che conterranno i confetti e il piccolo cartoncino con nome del bimbo battezzato e la data della cerimonia;

- Unici regali o bomboniere “importanti” ammessi saranno quelle per il padrino e la madrina;

- I regali degli invitati al piccolino potranno, se si vuole, essere “concordati” con i genitori, ma soprattutto saranno a “misura” di bambino;

- I regali del padrino e della madrina al piccolo saranno oggetti inerenti al Sacramento: la madrina regalerà la medaglietta con incisa la data del Battesimo e, se vorrà anche il vestitino per la cerimonia, mentre al padrino spetta il regalo di una edizione speciale della Bibbia e l’offerta alla Chiesa;

- Non ci saranno addobbi floreali in Chiesa, gli invitati vestiranno in maniera consona e sobria, rispettando il luogo in cui si svolgerà il Battesimo, raccomandati giacca e cravatta per gli uomini e tailleur per le donne, si eviterà il più possibile il colore nero;

- Altra tradizione vuole che la torta ed i confetti, alla fine della festa andranno divisi tra i bambini e i ragazzi presenti.

Come avrete notato, questi sono solo dei piccoli consigli su come “districarsi” nell’organizzazione della festa di Battesimo, nessuna regola vieta, però, di organizzare qualcosa di più fastoso, tenendo sempre bene in mente, però, il significato vero e profondo del Sacramento che il piccolo riceverà.

Nessun commento:

Posta un commento