venerdì 4 novembre 2016

Puzza via! Ovvero, come eliminare i cattivi odori dal frigo!


A volte può capitare di avere dei cattivi odori all’interno del frigo, vediamo oggi come eliminarli ma soprattutto come evitare che si formino. Prima di tutto conservate i cibi nel giusto modo, ad esempio aiutandovi con i sacchetti sottovuoto o con i contenitori con chiusure ermetiche in modo da evitare spiacevoli inconvenienti; mettete sempre della carta assorbente che cambierete ogni settimana, all’interno dei cassetti dove mettete frutta e verdura, questa servirà ad asciugare l’umidità; se si dovesse rovesciare qualcosa all’interno del frigo, pulite subito; riponete le cipolle negli appositi contenitori o sacchetti; occhio alle uova che preferibilmente vanno contenute nelle proprie confezioni e non nel vano apposito del frigo; non lasciate mai cibi “aperti” ma cercate sempre di riporli in maniera che non lascino odori e che soprattutto non rovescino il contenuto, questo vale soprattutto per i cartoni del latte; non fate mai venire a contatto alimenti crudi (soprattutto se si tratta di pollo e tacchino) con quelli cotti; insomma, trattate il vostro frigo, come se fosse una vera e propria cabina armadio, dove tutto deve stare al proprio posto, soprattutto tenendo presente che ogni parte del frigo raffredda in modo differente, ultima raccomandazione, leggete il libretto di manutenzione del vostro frigo in cui spessissimo vengono dati dei consigli su come mantenerlo pulito ed in buono stato, consigli che lo faranno durare nel tempo.
Prima di salutarci, eccovi un consiglio su come eliminare i tanto odiati cattivi odori disinfettando a fondo: basterà pulire il frigo, almeno una volta al mese, utilizzando una dose di liquido per sterilizzare i biberon aggiunta ad un litro d’acqua, spruzzate questa soluzione facendo attenzione a non passare sulle parti metalliche, e poi sciacquate con una spugnetta, stesso discorso per gli accessori e i ripiani removibili che terrete in ammollo sempre preparando la stessa soluzione, sciacquandoli, poi, sotto l’acqua corrente, asciugandoli e rimettendoli al proprio posto.

Nessun commento:

Posta un commento